contattaci: cigarblog1@gmail.com
il contenuto del blog è rivolto a fumatori maggiorenni e consapevoli, che vogliono condividere la cultura legata al mondo del sigaro, non si vuole in alcun modo promuovere l'uso di tabacco. Si ricorda che in ogni sua forma, IL FUMO NUOCE GRAVEMENTE ALLA SALUTE

19 settembre 2017

Imperdibile!!! Tatuaje Night a Bologna con Pete Johnson e Janny Garçia. 12 Ottobre!

Un evento probabilmente irripetibile, nell'ambito di un tour italiano che prevede 4 tappe (Oltre a Bologna ci saranno Roma, Venezia e Bergamo), due personaggi di primissimo piano nel mondo del sigaro a livello mondiale, dalla manifattura My Father Cigars, che è da diversi anni saldamente ai vertici delle classifiche internazionali di rating.
Stiamo Parlando di Pete Johnson, e Janny Garcia, rispettivamente genero e figlia di Don Pepìn Garcia, patròn di My Father, che oltre a ruoli manageriali nell'azienda nel suo complesso, curano anche le proprie linee di produzione. Ed è proprio il "brand" di Pete Johnson ad essere al centro della serata, Degusteremo infatti due sigari del marchio Tatuaje.
L'evento di Bologna, organizzato magistralmente da Luca Previati, della Tabaccheria 31 di via Sant'Isaia, in collaborazione con la Cigars and Tobacco, con Aniello Buonincontro, vedrà la partecipazione di diversi club dell'area Emiliano-Romagnola. Sicuramente lo Slow Smoke Santerno di Imola, e il Cigar Club Romagna di Ravenna, ma è molto probabile la presenza di altri club dell'area di Bologna e dell'Emilia.
L'appuntamento è quindi all'hotel Savoia di Bologna, dalle 19.30, il 12 ottobre prossimo, si fumeranno in Noellas di Tatuaje, e il nuovo J21 dopo cena. Tutte le info su menu, costi, e modalità di partecipazione in locandina allegata.

06 settembre 2017

Cambio ai vertici per Davidoff: con un "pezzetto" di Italia alla presidenza.


è di pochi giorni fa la notizia di un cambio di management ai vertici, per il gruppo Oettinger-Davidoff, Sia il presidente Andreas Schmid, in carica da 10 anni, che l'amministratore delegato Hans-Kristian Hoejsgaard, in carica da 6 (che ha guidato tra le altre cose, l'apertura della manifattura sigari a nuovi e più ampi blend), lasceranno il posto a due nuovi manager. In particolare l'italo-elvetico Domenico Scala, manager di fama internazionale che si è unito al gruppo da pochi mesi, diventerà presidente del gruppo, mentre la carica di CEO sarà ricoperta da Beat Hauenstein, che già ricopriva cariche manageriali in Davidoff.

Davidoff definisce il cambio ai vertici come una parte del processo di ringiovanimento dell'asset manageriale del gruppo, conseguentemente ad una

31 agosto 2017

7 settembre a Milano: SlowDandy venue, The Slow Smoking Chapter


In un locale stile art Decò, avvolto in un’atmosfera dal tocco vintage che ricorda ‘Midnight in Paris’, dame e gentiluomini finemente vestiti inaugurano il salotto di SlowDandy venue con “The Slow Smoking Chapter”. Questo primo evento di lancio del progetto SlowDandy si svolgerà giovedì 7 settembre dalle ore 20 a Milano, in una location in esclusiva svelata solo con l’avvicinarsi della serata.

L’incontro sarà dedicato alla celebrazione di uno dei rituali del dandy: il fumo lento, e in particolare il sigaro. L’accompagnamento della musica jazz dal vivo scandirà il procedere della serata, in un percorso sensoriale ed estetico composto da degustazioni di spumante, whisky, elaborati cocktails, prelibatezze e racconti di vita elegante. Saranno infatti presenti

18 agosto 2017

Guida definitiva per la conservazione e fruizione del sigaro di Kentucky



Le nuove aziende produttrici di sigari di kentucky, affacciatesi sul mercato italiano negli ultimi anni, hanno portato a una differenziazione di gamma notevole rispetto al “solo” sigaro toscano (inteso come marchio, oggi di proprietà MST, ma anch’esso soggetto a cambi di proprietà tra la fine del 1900 e i primi anni 2000). Questo ha dapprima modificato l’approccio di conservazione e, in alcuni casi, si sono perse di vista le esigenze che il sigaro di Kentucky ha, soprattutto se il tabacco utilizzato è di alta qualità. In tempi recenti, il popolo fumoso del web ha sollevato problemi di diversa natura, inclusi difetti di combustione, tiraggio, colorazione anomala della cenere etc., dovuti non tanto a difetti intrinseci dei sigari, quanto piuttosto a nuove (o riscoperte) caratteristiche specifiche di alcuni prodotti, che richiedono più attenzione in fase di conservazione e fruizione. Pertanto quattro importanti gruppi di divulgazione, tra cui due blog (Cigar Blog e Gusto Tabacco) un forum (Compagnia del Tabacco) e il canale youtube di Douglas Mortimer hanno deciso di collaborare per fornire al proprio pubblico un “decalogo” di regole condivise per la corretta conservazione e fruizione dei sigari di Kentucky, soprattutto quelli di alta qualità.  in fondo trovate i link alle rispettive pagine web.
I sigari toscani (ivi intesi anche come sigari di concezione italiana, fatti di tabacco Kentucky) sono stati per decenni considerati sigari popolari,  e in quanto tali fino a una decina di anni fa non si è sentito il bisogno di dare

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...